Abbiamo delegato

Abbiamo delegatole cose del vivere insieme, ai politici,

le cose dell’anima ai preti…

le cose complicate ai tecnici…

le cose dell’economia agli economisti

le cose della salute ai dottori

le cose dei bambini alle scuole o a piccoli schermi

le cose del sapere, alla televisione.

Abbiamo delegato la nostra vita intera

Abbiamo accettato però una società basata sulla competizione, sul conflitto.

Abbiamo delegato in pratica la gestione del nostro pensiero, delle nostre vite, al nemico.

Ora decidono loro il nostro destino e quello dei nostri figli.

Ci siamo fottuti.

Dobbiamo urgentemente riprenderci le nostre respons – abilità.

L’abilità di dare risposte.

E con essa le nostre vite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *