Referendum

Da questo dato si possono ricavare due cose.

Una brutta, una bruttissima.

La prima è che la Costituzione ora ha subito un altro duro colpo e con essa la democrazia. Il potere dei potenti è aumentato, quello dei piccoli è diminuito. Il potere dei capi partito facilmente cooptabili è cresciuto a dismisura, quello dei singoli parlamentari e dei nuovi piccoli gruppi, quasi sparito.

La bruttissima è che due terzi degli italiani non sanno, non si interessano, non leggono e non capiscono assolutamente un cazzo. Non hanno testa, non hanno le palle, come poco finemente si dice, e soprattutto, non hanno Cuore.

Non è uno scherzo. Credo che a questo punto noi, e per noi intendo chi ci prova, chi legge, chi si sforza, chi si impegna, chi ha a cuore il destino dei propri figli, debba cambiare strategia. Creare piccole isole di benessere relazionale. Dobbiamo circondarci di chi ci piace, di chi ci fa stare bene, di coloro a cui pulsa il Cuore e brillano gli occhi.

Per gli automi, per gli stupidi, per coloro che hanno scelto posizione subumane, non possiamo fare più nulla.

Davvero. Ce l’ho messa tutta. Queste due fette dell’umanità si stanno dividendo e io voglio far parte, faccio parte di quella che vuole vivere, gioire, conoscere, lavorare per il bene comune, aiutare e amare, e quella frequenterò.

Per chi è già morto dentro, per chi vuole essere schiavo nessuno può fare nulla.

LI aiuterà Dio, se ne avrà voglia.

Auguri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *