Havel

Sembrano cose sceme.

A volte invece sono geniali, e gli scemi, in quel momento, siamo noi.

Accorgersene, capirlo, ammetterlo, e farne tesoro, è bellissimo.
————————————-

Vaclav Havel, uno dei creatori di Charta 77, la Magna Charta dei diritti dell’Uomo, scrittore del teatro dell’assurdo Ceko, dopo un po’ di anni di prigione, caduto il regime, viene eletto presidente…..

Il suo ufficio è sopra Malastrana, nel Castello di Praga.
Pranza tutti i giorni in una bettola sotto al castello.
Da solo, con gli avventori casuali.

—————————————

Qual è la prima cosa che fa da presidente ?
a parte nominare Milos Forman , il genio di Amadeus, ministro della cultura, e Frank Zappa, console negli Usa ?

Fa pitturare tutte le Zigulì, le tetre auto nere, con vetri neri, del corteo presidenziale, di teneri colori pastello.

“Ma come ” – penso, io, stupido – ma ti sembra una priorità, in un paese allo stremo ?”

Si.

La gente le vede. Capisce subito.
La paura è finita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *