Alberi caduti e utilizzo

Sono caduti, dicono, 1,5 milioni di alberi sulle Dolomiti. centinaia di migliaia nella Val di Fiemme.
L’abete rosso della Val di Fiemme è famoso.
E’ un legno speciale, fibra lunga, ci si fanno da sempre i migliori strumenti musicali del mondo; a Cremona e ovunque.
Con quel legno ci fanno anche delle case antisismiche eccezionali, testate per un 9,0 Richter che sbriciolerebbe anche un bunker.
Legno elastico, sonoro, bellissimo…..

Vabbè. Ricresceranno. La natura è forte e invincibile per definizione.

Con i milioni di metri cubi di legno caduto, far marcire il quale sarebbe un delitto contro natura, facciamoci le scuole d’Italia, almeno quelle sull’Appennino, a rischio terremoto.
Ho appena comprato del lamellare,e viene quasi sempre dalla Stiria – Austria.

Trasformiamo una tragedia in un tripudio.

Facciamo le scuole col legno degli Stradivari.

Ce l’abbiamo.

Certo, serve un governo forte, deciso, veloce, determinato e sapiente.

E quello non ce l’abbiamo.
Da anni.
Però….chi lo sa ?

E’ una follia ?
Forse.

Ma ma mi viene il dubbio che qualunque cosa sensata appaia follia in una società che sembra votata all’idiozia, allo spreco, alla disonestà.

Al brutto.

Pensiamo al bello.
E facciamolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *