Capio capis

"Capire.

Parola interessante.

Viene dal Latino capio, capis , captum, càpere: 
Prendere, contenere, ricevere, comprendere, capire, scegliere, catturare. 

Quando devi capire si pone un problema di intelligenza, devi fare tuo il concetto espresso dall'altro, ma devi anche essere "capiente". 
Il nuovo che hai ricevuto dovrà trovare posto, scalzando un pezzetto di vecchio: dovrai avere la capienza opportuna, la capacità.
Molti non difettano di intelligenza.
Non capiscono non perché idioti, ma perché incapienti.

Hanno già un'idea , una piccola sicurezza che non va loro di scalzare per far posto alla nuova cosa che hanno "capito".

La nuova verità non trova posto, non entra."
Capire.

Parola interessante.

Viene dal Latino capio, capis , captum, càpere:
Prendere, contenere, ricevere, comprendere, capire, scegliere, catturare.

Quando devi capire si pone un problema di intelligenza, devi fare tuo il concetto espresso dall’altro, ma devi anche essere “capiente”.
Il nuovo che hai ricevuto dovrà trovare posto, scalzando un pezzetto di vecchio: dovrai avere la capienza opportuna, la capacità.
Molti non difettano di intelligenza.
Non capiscono non perché idioti, ma perché incapienti.

Hanno già un’idea , una piccola sicurezza che non va loro di scalzare per far posto alla nuova cosa che hanno “capito”.

La nuova verità non trova posto, non entra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *