Bank of England

"Ora una questione  interessante.<br />
Lo era anche prima, ma ora si sfiora il surreale.</p>
<p>La Bank Of England è azionista di riferimento della BCE.</p>
<p>Crea quindi Euro dal nulla,e li "presta" alle nazioni"  ma l'Inghilterra usa le sue sterline e se le fa da se.<br />
La City quindi era avvantaggiatissima dal poter giocare a briscola con ben chiare le carte dell'avversario.<br />
Forse è per questo che UK ha un PIL formato dal 40% da prodotti finanziari, il che è un ossimoro: chi fa finanza non produce proprio nulla, campa sulla produzione altrui, palesemente. Citatemi, se vi viene in mente, una grande industria inglese. O prodotti inglesi in giro per il mondo....<br />
L'inghilterra quest'anno ha importato 115 mld più di quanto ha esportato. </p>
<p>Ora addirittura Bank of England è azionista di maggioranza della fabbrica degli Euro e non risiede neanche più nella comunità Europea. </p>
<p>Gli Euro sono diventati, oltre che falsi in quanto emessi da privati, anche degli extracomunitari....</p>
<p>Che facciamo ?</p>
<p>Io lo saprei, che fare...."
Ora una questione interessante.
Lo era anche prima, ma ora si sfiora il surreale.La Bank Of England è azionista di riferimento della BCE.

Crea quindi Euro dal nulla,e li “presta” alle nazioni” ma l’Inghilterra usa le sue sterline e se le fa da se.
La City quindi era avvantaggiatissima dal poter giocare a briscola con ben chiare le carte dell’avversario.
Forse è per questo che UK ha un PIL formato dal 40% da prodotti finanziari, il che è un ossimoro: chi fa finanza non produce proprio nulla, campa sulla produzione altrui, palesemente. Citatemi, se vi viene in mente, una grande industria inglese. O prodotti inglesi in giro per il mondo….
L’inghilterra quest’anno ha importato 115 mld più di quanto ha esportato.

Ora addirittura Bank of England è azionista di maggioranza della fabbrica degli Euro e non risiede neanche più nella comunità Europea.

Gli Euro sono diventati, oltre che falsi in quanto emessi da privati, anche degli extracomunitari….

Che facciamo ?

Io lo saprei, che fare….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *