Il Dio denaro

Ormai al mondo l’uono non ha più nemici naturali.
E’ l’unico nemico di se stesso.
A livello di selezione naturale questo porta a una selezione “intraspecifica”, essendo un uomo che deve prevalere su un altro uomo, e non un uomo contro uno pterodattilo, per esempio.
Questo a livello evolutivo è eccezionalmente deleterio, perché va ad attaccare, un po’ come le malattie autoimmuni, proprio quelle caratteristiche che hanno reso Grande l’uomo.
La capacità di coesione, di solidarietà , la trasmissione di conoscenza attraverso la simbologia , e da lì la tradizione , la cultura.
In pratica ha imposto un inversione a “U” , nel cammino che l’uomo aveva intrapreso verso ma soprattutto attraverso la “comunitarietà”.

Tutte le religioni nel loro impianto basico , indirizzano anch’esse verso questi fini.
La solidarietà ne è sempre la base, Dio si può intendere come il tutto a cui rispondere.

Tutte le religioni meno una: il denaro. Che già il Vangelo avvertiva essere l’esatto contrapposto di Dio.
L’interesse proprio contro l’interesse comune. La competizione contro la solidarietà.

Ora che il Denaro è Dio, siamo nei guai. Tutti. Anche chi ne ha tanto.
Il denaro è un Dio dispotico, non fa sconti. Ci mette contro gli altri.

Ed essere contro gli altri significa essere contro se stessi.

Gli altri siamo noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *